n. 3/2016- STUDIO TALIGNANI

n. 3/2016

 
LEGGE DI STABILITA’ 2017
Gentili clienti,    
con la presente Vi segnaliamo le principali novità, aventi rilevanza fiscale, previste dalla L. del 11 dicembre 2016 n. 232 in vigore dal 01.01.2017.
 
  • RISPARMIO ENERGETICO – PROROGA DELLA DETRAZIONE: la detrazione per interventi di riqualificazione energetica è confermata nella misura del 65% per le spese sostenute fino al 31.12.2017. Per gli interventi a parti comuni di condominio o che interessino tutte le singole unità immobiliari di cui è composto il singolo condominio, l’agevolazione è riconosciuta per le spese sostenute fino al 31.12.2021.
  • RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA E ACQUISTO DI MOBILI/ELETTRODOMESTICI – PROROGA DELLA DETRAZIONE: è prorogata la detrazione del 50% per interventi di recupero del patrimonio edilizio per le spese sostenute fino al 31.12.2017. E’ prorogato al 31.12.2017 anche il riconoscimento della detrazione del 50% a favore dei contribuenti che usufruiscono di quella per interventi di recupero edilizio, sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici della categoria A+ (A per i forni) destinati ad arredare l’immobile oggetto di ristrutturazione.
  • MAXI AMMORTAMENTI e IPER AMMORTAMENTI: è prorogata la possibilità per imprese e lavoratori autonomi che investono in beni strumentali nuovi entro il 31.12.2017 (30.06.2018 se entro il 31.12.2017 sia accettato il relativo ordine e siano pagati acconti pari al 20% del costo di acquisto) di aumentare il costo di acquisizione di tali beni del 40% al fine del calcolo delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing (cd. MAXI-AMMORTAMENTO). Inoltre, per le imprese che investono in beni nuovi finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica/digitale, compresi nell’allegato A, entro il 31.12.2017(30.06.2018 se entro il 31.12.2017 sia accettato il relativo ordine e siano pagati acconti pari al 20% del costo di acquisto) il relativo costo è aumentato del 150% (cd. IPER – AMMORTAMENTO). 
  • IMPRESE IN CONTABILITA’ SEMPLIFICATA – APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO DI CASSA: a decorrere dal 01.01.2017 le imprese in contabilità semplificata calcolano il reddito in base al principio di cassa (e non di competenza). Pertanto il reddito d’impresa risulta pari alla differenza tra l’ammontare dei ricavi e altri proventi percepiti e l’ammontare delle spese sostenute. All’importo così determinato si aggiungono l’autoconsumo dell’imprenditore (personale e familiare), i redditi immobiliari, le plusvalenze e le sopravvenienze attive e si sottraggono le minusvalenze e le sopravvenienze passive. Non rilevano le rimanenze iniziali e finali. E’confermato il limite dei ricavi per la tenuta della contabilità semplificata in € 400.000,00 per le prestazioni di servizi e in € 700.000,00 per le altre attività. E’ inoltre confermata la possibilità di optare per la contabilità ordinaria, con effetto fino a revoca per un periodo minimo di 3 anni.
  • IMPOSTA SUL REDDITO D’IMPRESA: dal 01.01.2017 per le imprese individuali e le società di persone in contabilità ordinaria è introdotta l’imposta sul reddito d’impresa (cd. IRI) nella misura del 24%. L’opzione per l’applicazione di tale imposta ha durata quinquennale, è rinnovabile e va esercitata nella dichiarazione dei redditi con effetto dal periodo d’imposta cui è riferita la stessa dichiarazione. In caso di opzione per l’IRI il reddito d’impresa non concorre alla formazione del reddito complessivo IRPEF dell’imprenditore, collaboratore familiare o socio, ma viene assoggettato a tassazione separata.
  • RIVALUTAZIONE TERRENI E PARTECIPAZIONI: è riconosciuta la possibilità di rideterminare il costo di acquisto di partecipazioni non quotate in mercati regolamentati e di terreni edificabili e i terreni a destinazione agricola posseduti alla data del 01.01.2017. Il termine entro il quale provvedere alla redazione e asseverazione della perizia di stima è fissato al 30.06.2017 e le relative imposte sostitutive possono essere rateizzate fino ad un massimo di 3 rate annuali a decorrere dal 30.06.2017.​​​​​​​
  • RIVALUTAZIONE BENI D’IMPRESA E PARTECIPAZIONI: la legge ripropone la rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni riservate alle società di capitali ed agli enti non commerciali che nella redazione del bilancio non adottano i principi contabili internazionali.
 
A disposizione per ogni eventuale chiarimento dovesse necessitarVi, porgiamo distinti saluti.
 
Milano, febbraio 2017