n. 8/2011- STUDIO TALIGNANI

n. 8/2011

CIRCOLARE N. 8

 

 

 

NUOVO REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI

 

 

La manovra estiva (Decreto Legge 6 luglio 2011 n. 98 conv. con modif. con Legge 15 luglio 2011 n. 111) ha fortemente ridimensionato il regime dei contribuenti minimi, entrato in vigore con la Legge 24 dicembre 2007 n. 244 (Legge finanziaria).

Il regime dei minimi non viene abrogato ma subisce rilevanti cambiamenti sia a livello di requisiti necessari per poter applicare detto regime, sia a livello di aliquota applicabile quale imposta sostitutiva.

L’imposta sostitutiva applicata sarà pari al 5% (prima era il 20%)

Non potranno continuare ad aderire al regime dei minimi coloro i quali al momento in cui hanno aderito al questo regime erano già in attività nel 2007; pertanto tali soggetti dovranno uscire da detto regime già nel 2012 poiché uno dei requisiti stabiliti dalla nuova normativa e quello della nuova attività.

Al contrario potranno continuare ad aderire al regime dei minimi coloro i quali hanno iniziato l’attività aderendo immediatamente a questo regime (quindi attività aperta dal 2008 in poi) e potranno continuare ad applicarlo per cinque anni a partire dalla data di inizio dell’attività.

Nel caso in cui il soggetto che ha aperto partita iva successivamente al 2007 ha meno di 35 anni al momento di acquisizione della partita iva potrà applicare il regime di minimi anche oltre il quinquennio dalla data di inizio attività fino al compimento del 35esimo anno d’età.

 

Lo Studio resta a disposizione per ogni eventuale chiarimento dovesse necessitarVi.

 

 

 

Milano, 04 ottobre 2011