Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 

RINVIO ABOLIZIONE SCHEDA CARBURANTE

AL 01.01.2019

 

 

Gentili clienti,

a parziale integrazione della precedente circolare di febbraio 2018, Vi segnaliamo che nella Gazzetta Ufficiale n. 148 del 28 giugno 2018 è stato pubblicato il D.L. 28 giugno 2018, n. 79, che proroga all’1 gennaio 2019 il termine di entrata in vigore degli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante, fissato all’1 luglio 2018 dall’articolo 1 L. 205/2017 (Legge di Bilancio 2018).

L’articolo 1, comma 920, L. 205/2017 prevede che gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione da parte di soggetti passivi Iva devono essere documentati con la fattura elettronica.

L’entrata in vigore del D.L. 79/2018 comporta che l’abolizione della scheda carburante è rinviata al 2019, sicché gli acquisti di carburanti presso gli impianti stradali di distribuzione possono continuare ad essere documentati, anche da luglio 2018, mediante la predetta scheda, la cui tenuta risulta tuttavia facoltativa.

Non essendo però stata corrispondentemente differita la decorrenza dei mezzi di pagamento utilizzabili per l’acquisto di carburante per autotrazione, che subordinano la deducibilità del costo e la detraibilità dell’Iva all’utilizzo di mezzi di pagamento diversi dal denaro contante, l’utilizzo della scheda carburante, pur essendo ancora ammesso, non è più necessario, non consentendo di dedurre la spesa e detrarre l’Iva se i rifornimenti di carburanti non avvengono mediante mezzi di pagamento tracciabili.
In pratica, l’esonero dalla tenuta della scheda carburante, già previsto dall’articolo 1, comma 3-bis, D.P.R. 444/1997 a favore degli operatori che acquistano carburanti per autotrazione esclusivamente mediante mezzi di pagamento tracciabili (carte di credito, bancomat e carte prepagate emesse da operatori finanziari soggetti all’obbligo di comunicazione all’Anagrafe tributaria) continua ad essere valido anche da luglio 2018.
A differenza, però, della disciplina previgente, per dedurre la spesa e detrarre l’Iva è ora indispensabile effettuare i rifornimenti con mezzi di pagamento diversi dal denaro contante, non essendo più sufficiente la scheda carburante.

 

A disposizione per ogni eventuale chiarimento dovesse necessitarVi, porgiamo distinti saluti.

 

Milano, giugno 2018

 

 

 

Piazza Amendola 5 -  20149  Milano -  Tel   02.48009955    Fax   02.48008902


info@studiotalignani.it

  Site Map